S-O-K-O, I thought i was an alien.

C’è un modo differente per ciascun* alien* di avere vita nello spazio. Non è un modo spaziale. Non è un modo planetario. E’ una forma di esperimento, più o meno comprensibile ai corpi celesti alieni e più o meno effimero ai terrestri.

Ogni modo prende forma e densità, quando a cantarlo è SOKO. Quale la norma per amare. Quale la forma per giocare.  Quale la regola per danzare. Quale la scelta di solitudine. Quale il limite della propria volontà. Quale possibilità di guardare e chiedere.

“We met one day, where I thought i was an alien, I told you to get a costume and dance with me, like an alien” [I thought i was an alien].

La voce e le parole di SOKO sono colonna sonora di fugaci frammenti emozionali nel limbo reversibile del turbamento.

SOKO, francese, di origine polacca, attrice di professione e musicista di esordio per le nostre illogiche schegge aliene.

Il suo primo album, I thought i was an alien, è uscito a febbraio del corrente anno.Senza considerare il suo vero primo esordio nel 2007 con I’ll Kill Her, registrata nella sua camera e lanciato su You Tube. I thought i was an alien, invece, sono 15 tracce scelte tra le tante formate da lei. Chitarra acustica, lo-fi inevitabile, nenie, ballate e reminiscenze sussurrate.

“How are you? Isn’t it the hardest question to answer to when the only thing when the only thing you wanna say is BAD” [How Are You?].

Le mie preferite: I thought i was an alien, We Might Be Dead By Tomorrow, Treat Your Woman Right, Happy Hippie Birthday.

Che si sappia: all’ascolto di tale provata inquietudine, tormento o trepidazione, scegliere la preferita sarà difficile e smettere di schiacciare repeat per ogni brano sarà a dir poco arduo.

SOKO archivierà ogni vostro ricordo, anche quello più recente, nella memoria analogica del disordine degli errori manuali, terrestri o alieni, a voi la scelta.

In uno spazio terrestre dove non c’è spazio per gli errori o le illusioni  aliene, BuGiArNiNa consiglia una zona interspaziale, interplanetaria, G A L A k T I C A.  Dove puoi respirare anche la poesia aliena per la danza degli sbagli impulsivi accuratamente messi in arte: S-O-K-O.

Lascia un commento

Archiviato in LA BUGIARDINA - Made in Woman pills, Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...