About

Made in Woman nasce a Bologna tra un thè in piazza Maggiore e una birra al Pratello. La primavera è alle porte, l’8 marzo si avvicina e Le Frau, Sasori e Klaus non ne possono più dei soliti eventi pre-confezionati in occasione di una bistrattata festa della donna, con baristi a torso nudo e/o più o meno imbarazzanti streap-tease del lucido palestrato di turno. Girls just wanna have fun but… questo immaginario, semplicemente, non ci appartiene. Così nasce Go FEMALE!, il nostro primo evento interamente costituito da produzioni femminili. Qui la donna non è tanto il tema quanto piuttosto l’azione, poiché è nel fare che si esprime la differenza, ed è in ciò che si è fatto che si riconoscono le forme, i modi e le declinazioni di genere. In questo senso più che parlare di donne Made in Woman vuole far parlare le donne, creando spazi di espressione e di visibilità per “ciò che sappiamo fare”.

Per una liberazione quotidiana

La programmazione degli eventi Made in Woman fin dall’inizio ruota attorno a ricorrenze più o meno istituzionali. Il nostro primo evento, Go FEMALE!, nasce proprio per ribaltare, a partire dallo slittamento del calendario, lo stereotipo commerciale della festa della donna.

La storia si ripete, è il caso di dirlo, in occasione di un’altra data cui siamo profondamente legate, il 25 aprile della Liberazione e della Resistenza partigiana. Le strumentalizzazioni, lo spudorato revisionismo degli ultimi anni hanno offuscato la potenza del ricordo di questa giornata, facendo strada, nel migliore dei casi, a una retorica nauseabonda che non fa che allontanare le persone da una memoria sempre necessaria.

Il 23 aprile Made in Woman festeggia la Resistenza con Una Liberazione.  L’atmosfera è gioiosa, il rock’n’roll infuoca la pista ma l’allestimento della location con vestiti appesi e ammucchiati agli angoli è lì a mostrare abiti privati dei corpi, rossi di sangue, letteralmente senza vita. La resistenza ai fascismi non può essere un lontano ricordo.

Divenir femme

A pochi giorni dalla festa della Repubblica prendiamo ancora una volta le distanze dalla retorica istituzionale e dall’ipocrisia dei rituali del potere. E tuttavia non intendiamo perdere questa nuova occasione di dare spazio alle produzioni “made in woman”.

L’11 e 12 giugno i Giardini Fava ospiteranno più di 80 artiste e artigiane per una due giorni di arte, musica, artigianato, dibattiti, performance, letture e socialità. La repubblica delle donne rappresenta il rifiuto delle logiche militariste e dell’economia di guerra ma al contempo esprime con forza la possibilità di un altro divenire.

Gli eventi Made in Woman si rivolgono a tutte e tutti, ad eccezione di fascisti, sessisti e razzisti.

Made in Woman

Giugno 2010

Stimolatrici di talenti femminili,

scombussolatrici di carne umana,

esibizioniste di arti e musica,

rovesciatrici di immaginari troppo dritti.

We are Made in Woman!